Nozze Delle Meraviglie

  Nozze Delle Meraviglie

Annunciare le proprie nozze agli amici con un divertente fumetto in cui un Lui, visibilmente emozionato chiede alla sua Lei di sposarlo : una partecipazione così originale lascia  già intuire che quello di D. e G. non è di certo stato un matrimonio comune!

19 anni lei e poco più che ventenne lui sono entrati in contatto con GB luxury agency ad un evento in fiera sposi: erano alla ricerca di un matrimonio fresco e sopra le righe che sapesse esprimere l’ebrezza dei loro vent’anni .

La loro giovane età non li rendeva per questo meno inclini al rispetto della tradizione ed i valori più importanti, alla consapevolezza delle proprie radici: per i giovani sposi era fondamentale che la cerimonia si svolgesse nella chiesa del paese natio, il luogo che li ha visti crescere ed ha segnato tutte le tappe importanti della loro vita. Nessuno doveva essere escluso da quell’evento che avrebbe segnato il punto di svolta della loro vita: è sotto gli occhi di un intero paese commosso  che G. e D. si sono guardati negli occhi e con decisione e fermezza sono diventati marito e moglie.

Asciugate le lacrime di gioia gli ospiti ancora non sapevano che sarebbero stati protagonisti di qualcosa che per sempre si sarebbe impresso nella memoria di tutti loro: era giunto il momento di spalancare gli occhi di meraviglia.

Il giardino della casa di famiglia  si è trasformato come per incanto in un luogo magico e fuori dal tempo. Gli oltre 200 invitati, accolti all’ingresso dal Cappellaio Matto, si guardano stupiti l’un l’altro, trasportati nel meraviglioso mondo creato da Tim Burton nella sua personale interpretazione di Alice nel Paese delle Meraviglie, di Lewis Carrol.

E cosi, il Leprotto Bisestile fa capolino all’improvviso in mezzo agli orologi, il Brucaliffo , in attesa di diventare farfalla, si erge nei suoi colori sfavillanti sullo sfondo di un piccolo e lucente specchio d’acqua, il Bianconiglio invita tutti quanti ad assaporare i profumi dei sigari e del rum 

coinvolgendo i presenti in una particolare ed insolita degustazione.

Tra le carte da gioco e le porcellane Royal Albert spuntano dettagli capaci di far girare all’indietro le lancette dell’orologio e tornare ad un tempo quasi dimenticato, a quel mondo fanciullesco e spensierato che per gli sposi rappresenta ancora un passato recente.

E Alice?

La sposa siede accanto a suo marito, ognuno sul suo trono rivestito di velluto rosso, infinitamente più bella di qualsiasi Regina di Cuori. In mezzo a tanta dolce allegria l’immensità del loro amore è presente in ogni gesto: dolcemente si cercano con gli occhi  tra i giochi di luce multicolore che si susseguono tra una portata e l’altra.

Dopo il taglio della torta, sotto le fronde degli alberi in giardino, è giunto il momento di stupire gli sposi: d’improvviso nel cielo si librano centinaia di palloncini bianchi, ognuno reca un augurio, un pensiero, una parola d’amore. Volano in alto, sospinti dalle mani di tutti i presenti.

Quando vivi emozioni così forti e potenti, quando diventi complice dei sogni di una coppia nel momento più importante della loro vita, la loro rinascita in un nuovo Noi,  è difficile riuscire a spezzare i legami che ne derivano: poco tempo fa, il ricordo di quel giorno romantico ed un po’ folle sono tornate vive e forti nei pensieri degli sposi mentre battezzavano il loro bambino  e con un po’ di emozione e di orgoglio, possiamo dire che sì, a festeggiare questa nuova metamorfosi, la nostra amata Coppia che diventa Famiglia,  c’eravamo (di nuovo) anche noi.

Rispondi